La Verità

 
C’era una volta un giovane che era salito al trono dopo la morte del padre.

Già da fanciullo si chiedeva cos’era la Verità.

Anche da re si pose questa domanda ed ebbe l’ardire di porla ai suoi sudditi.

Interpellato uno dei suoi più stimati consiglieri riguardo a questo termine, ebbe questa risposta: “ La Verità, Sire, è che Sua Maestà è padrone assoluto di tutto il Regno.”

Lui non ne fu soddisfatto dal momento che gli sembrava una risposta quasi scontata.

In seguito interpellò anche il suo giullare e questi dopo aver dato una risposta spiritosa scoppiò in una lunga risata. Al che il re adirato lo azzittì.

“Sire”, gli rispose il giullare,” in verità ho fatto sempre così. Il mio compito è stato quello di far divertire vostro padre e ora la mia mansione rimane quella di far dilettare con barzellette e battute scherzose anche Voi.”

Un bel dì il re decise di devolvere la metà dei suoi beni a tutti i sudditi e di girovagare per il mondo alla ricerca della Verità.

La maggior parte di loro si meravigliò per aver ricevuto in dono tali benefici e acclamò calorosamente il re alla sua partenza.

Presa con sé la metà dei suoi beni iniziò a peregrinare per il mondo. Cammin facendo si trovò a contatto con persone di vario genere ed ebbe la possibilità di interpellarle riguardo la Verità.

Alcuni gli davano alcune risposte, altri gliene offrivano altre, tali da arrivare quasi al punto di convincersi e rassegnarsi al fatto che ci potevano essere più verità.

Qualcuno lo invitò a frequentare la scuola di alcuni filosofi per saperne di più riguardo a questa ardua questione. Questi filosofi gli proposero diverse teorie sul concetto di Verità ma queste tesi non lo soddisfecero appieno. Allora il re amareggiato lasciò la scuola filosofica e si diresse verso altre città, paesi e villaggi, senza trovare risposta a questo suo enigma esistenziale.

Dopo un lungo vagabondare si fermò sulla cima di una rupe e si addormentò spossato dal viaggio.

Svegliatosi alle prime luci del mattino osservò che in basso scorreva un bel fiume.

Sulla sponda opposta rispetto a dove si trovava, vi era una casetta abitata da un barcaiolo e la sua famiglia. Costui possedeva appunto una imbarcazione e con questa trasportava dall’alba fino al tramonto le persone che desideravano oltrepassare il letto del fiume.

Scese dal dirupo con il desiderio di parlare al barcaiolo e dopo che costui gli si fu avvicinato, gli fece una proposta allettante: gli chiese se desiderava vendere tutto ciò che possedeva in cambio di tutti i beni e i denari che trasportava sul suo onagro.

Il barcaiolo constatò che le bisacce erano piene d’oro e d’argento. Allora decise senza indugio di vendere tutti i suoi averi, compresa la sua barca. Dopo aver concluso questa trattativa, il barcaiolo prima di lasciare la sua umile abitazione chiese allo straniero il motivo per cui aveva proposto questo scambio.

Il giovane rispose prontamente: ”Ho capito che cos’è la Verità!”.

“E che cos’è?”, replicò il barcaiolo.

Il re rispose che la verità consisteva in tutto quello che aveva appena acquistato.

Dopo aver notato che il barcaiolo non aveva ben compreso cosa intendesse dire, fece questa affermazione: ”La Verità è mobile come questa barca che ho comprato, la quale trasporta, fatta eccezione per quando il fiume è in secca, tutte le persone che desiderano attraversare questo corso d’acqua da una sponda all’altra. Inoltre mi è stata difficile trovarla ed anche sacrificante tanto quanto è stato per te faticoso alzarti ogni mattina per trasportare già dalla prime ore del giorno i passeggeri ,sfidando le avversità del fiume.”

Caro lettore per il re è stato arduo e difficoltoso il percorso che lo ha portato alla Verità, per noi cristiani-cattolici la via che conduce ad essa è molto più agevole ed è in grado di guidarci alla Vita Eterna. Ognuno è libero di cercare la propria Verità da cui potrà trarne beneficio e sentirsi realizzato. Il cammino che suggerirei di intraprendere porta ad una Verità che consiste nell’affidarsi a Cristo, vero Uomo, vero Dio. Dice il Signore: “Io sono la Via, la Verità e la Vita.”

Panic

 
Home | Articoli | Preghiere | Massime
Copyright © Tutti i diritti riservati.