IL ROSARIO

“ è preghiera cristiana, evangelica ed ecclesiale. Esorto tutti cordialmente a recitarla”!

( Giovanni Paolo II )
COME SI RECITA IL ROSARIO Si faccia il segno della Croce: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

O Dio vieni a salvarmi.

Signore, vieni presto in mio aiuto.

2. Si reciti il Gloria al Padre.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo: come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

“Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia”.

3. Si rifletta brevemente sul primo mistero del Rosario; poi si reciti il Padre nostro.
Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà come in cielo, così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.

4. Ai piccoli grani della corona si reciti dieci volte l’Ave Maria, meditando il mistero.
Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

Gloria al Padre……

Gesù mio perdona le nostre colpe, ecc….

5. Alle altre decine, si faccia come alla prima: si ricordi il mistero, poi si reciti il Padre nostro, dieci Ave Maria, il Gloria al padre…e Gesù mio perdona le nostre colpe, ecc…..

Alla fine dell’ultima decina si recita: il Padre nostro…., l’Ave Maria…., Il Gloria al Padre…., l’Angelo di Dio…., l’Eterno riposo dona loro…., Il Credo…. e il Salve Regina.

SALVE REGINA Salve Regina madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva; a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime, orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi e mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

LITANIE ( Ricavate dalla “Lumen Gentium”) Signore, pietà. Signore, pietà.
Cristo, pietà. Cristo, pietà.
Signore, pietà. Signore, pietà.


Madre di Dio, prega per noi.
Madre Vergine del Verbo della Vita,
Madre dell’Emmanuele,


Madre del Divino Redentore,
Madre del Signore e Salvatore,
Madre di Cristo,


Madre del Divino Amore,
Madre del Figlio di Dio,
Madre nostra nell’ordine della grazia,


Madre dei viventi,
Madre degli uomini,
Madre dei fedeli,


Madre dei cristiani,
Figlia prediletta dell’eterno Padre,
Tempio dello Spirito Santo,


Compagna generosa del Salvatore,
Figlia di Adamo,
Eccelsa Figlia di Sion,


Umile serva del Signore,
Immagine e inizio della Chiesa,
Novella Eva,


Vergine beata,
Vergine immacolata,
Piena di grazia,


Regina dell’universo,
Nostra Avvocata,
Nostra Ausiliatrice,


Nostra Soccorritrice,
Nostra Mediatrice,
Segno di speranza e di consolazione,


Tu che hai donato la vita al mondo,
Tu che hai sofferto con il Figlio morente sulla Croce,
Tu che con gli Apostoli nel cenacolo hai implorato il dono dello Spirito.


Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, ascoltaci, o Signore,
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
PREGHIAMO Signore Iddio, concedi a noi, tuoi servi, una continua salute di corpo e di spirito; e per l’intercessione gloriosa di Maria, sempre vergine liberaci dai mali della vita presente e donaci il gaudio dei beni eterni.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

MISTERI GAUDIOSI 1. L’ANNUNCIAZIONE
L’Angelo entrando da lei disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te. Ecco concepirai un Figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù” ( Lc. 1, 28-30).

2. LA VISITAZIONE
Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!” (Lc. 1, 41).

3. LA NASCITA DI GESU’
Maria diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo. (Lc. 2, 6-7).

4. LA PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO
A quaranta giorni dalla nascita di Gesù, Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella legge del Signore: “ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore”. (Lc. 2, 22-23).

5. IL RITROVAMENTO DI GESU’ NEL TEMPIO
“Non sapevate che che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?” Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore. (Lc. 2, 48-51).

MISTERI DOLOROSI 1. L’AGONIA DI GESU’ NELL’ORTO DEGLI ULIVI
“In preda all’angoscia, pregava più intensamente e il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra”. (Lc. 22, 22).

2. LA FLAGELLAZIONE
“Pilato, volendo dar soddisfazione alla moltitudine, rilasciò loro Barabba, e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.(Mc. 15, 15).

3. L’INCORONAZIONE DI SPINE
I soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra, poi…. lo schernivano: “Salve, re dei Giudei!” E sputandogli addosso gli tolsero di mano la canna e lo percuoterono sul capo. (Mt. 21, 29-30)

4. IL VIAGGIO DI GESU’ AL CALVARIO
Pilato lo consegnò loro. Essi allora presero Gesù ed Egli, portando la croce si avviò verso il Golgota. (Gv. 19, 16-17).

5. LA CROCIFISSIONE E LA MORTE DI GESU’
Giunti al Calvario lo crocifissero….. Presso la croce di Gesù, c’era sua Madre.. Dopo aver ricevuto l’aceto, Gesù disse: “Tutto è compiuto!” E, chinato il capo, spirò. (Gv. 19, 18-55).

MISTERI GLORIOSI 1. LA RISURREZIONE
L’Angelo disse alle donne: “Non abbiate paura! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui. E’ risorto come aveva detto. (Mt. 28, 5-6).

2. L’ASCENSIONE
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. (Mc. 16, 19).

3. LA VENUTA DELLO SPIRITO SANTO
Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti ripieni di Spirito Santo. (At. 2, 3-4).

4. L’ASSUNZIONE
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l’onnipotente e santo è il suo nome. (Lc. 1, 49).

5. L’INCORONAZIONE DI MARIA VERGINE
Nel cielo apparve un segno grandioso: una donna vestita di sole con la luna sotto i suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle. (Ap. 12, 1).

MISTERI LUMINOSI 1. IL BATTESIMO DI GESU’
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: “Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto”. (Mt. 3, 16-17).

2. LE NOZZE DI CANA
A Cana di Galilea, durante la festa di nozze, trasformando l’acqua in vino Gesù diede inizio ai suoi miracoli, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui. (Gv. 4, 1-12).

3. L’ANNUNCIO DEL REGNO DI DIO
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo”. (Mc. 1, 14-15).

4. LA TRASFIGURAZIONE DI GESU’
Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro; il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. (Mt. 17, 1-2).

5. GESU’ ISTITUISCE L’EUCARISTIA
Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: “Prendete, questo è il mio corpo”. Poi prese il calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse: “Questo è il mio sangue, il sangue dell’alleanza versato per molti”. (Mc. 14, 22-23 ).


 
Home | Articoli | Preghiere | Massime
Copyright © Tutti i diritti riservati.